Scienza e poesia: opinioni a ruota libera

Antonietta. Purtroppo sono affogata nel lavoro ma dal mio preferito Lucrezio sino all’Algarotti c’è ampia materia e, se piacciono, i futuristi. Aspetto di leggervi. Bene Antonietta, faremo il possibile per non deluderti

Giorgio Zanasi. Gentile Lucia, la domanda argomento che poni è assai interessante. L’umiltà di affermare di non essere poeta né scienziata è ottimo trampolino di lancio. La ricerca in biblioteca è metodo razionale. Prevedo risultati consistenti. Mi tieni informato dei progressi? Grazie mille, ma la mia non è umiltà, ma banale dato di fatto. Sarei lieta di ricevere tuoi contributi. Ne hai voglia?

Lara Swan. Non avevo mai pensato al connubio “poesia e scienza” … riflettendoci su, penso che sarebbe stupendo se uno scienziato avesse anche una mente poetica, perché riuscirebbe a far comprendere la sua materia a una moltitudine di persone.

Sarebbe un vero incanto se si “addolcisse” l’amaro e incomprensibile linguaggio scientifico. Lara vedrai che la cosa è possibile. I due mondi non sono così lontani.

Lara Swan Angela : Vero… Il pensiero si incontra “oltre”… In fondo tante scoperte sono scaturite dall’Osservare la natura…e la natura è poesia 🙂

Giorgio Zanasi. Scienza e poesia nascono insieme. La bestia che diventa sapiens diventa scienziato e artista quindi poeta insieme. Le pietre scheggiate sono contemporanee dei primi graffiti. Il sogno è alla base sia della scienza che della poesia. Dante è poeta e scienziato. Ogni opera scientifica è preceduta da una fantasia. Grazie mille Giorgio

Franca. Concordo Giorgio e Lara. Il poeta come lo scienziato sono tali perché sanno andare nell”altrove”, “oltre”. Nel momento in cui danno vita alla loro “visione” essi sono l’uomo che vince limiti e deficienze della condizione umana. Anche l’uomo più umile, anche se non lo sa, può essere scienziato o poeta proprio in questa accezione più generale.

Daniela. Il vero scienziato è creativo perché coglie la poesia dell’esistenza

Riccardo Peroni. Molto interessante questa riflessione ed un campo da esplorare. Buona domenica a tutte ed a tutti e, spero, tutte e tutti con notifiche silenziate: questo è il modo di avere il massimo da gruppi interee vulcanici come questo. Riccardo Peroni

Verità e bellezza. Le ragioni dell’estetica nella scienza di Subrahmanyan Chandrasekhar edito da Garzanti, 1990. Segnalato da Mariarita